Rame e Bronzo

Foto di sepoltura del bronzo antico di un individuo adulto di sesso femminile

Aspetti del mondo ideologico delle comunità dell’età del Rame e dell’età del Bronzo sono documentate dai rituali funerari che sono significativamente rappresentati nel territorio della Piana Rotaliana nei siti di Dos de la Forca, Mezzocorona Borgonuovo e Nogarole di Mezzolombardo.

Le aree adibite ad uso funerario erano solitamente situate alla sommità di conoidi detritici, posti ad una quota più elevata rispetto alla piana alluvionale.

Le strutture sepolcrali si trovavano direttamente addossate alla base delle pareti rocciose. I defunti venivano deposti in fosse poco profonde o adagiati direttamente sulla superficie del terreno e ricoperti da un piccolo tumulo di pietre. Sono documentate sia sepolture singole che sepolture collettive.

Una pratica funeraria che risulta limitata ad un solo gruppo di defunti è quella destinata agli individui immaturi, cioè neonati o feti, che venivano sepolti in vasi di terracotta che poi erano deposti in fosse e coperti da una o più pietre, o lasciati in superficie, talvolta riparati da un piccolo tumulo. Inumazioni di bambini in vaso sono attestate sia nella necropoli dell’età del Bronzo di Mezzocorona Borgonuovo che in quella di Nogarole di Mezzolombardo.

I corredi delle sepolture di questo periodo in genere non sono molto numerosi e sono costituiti in prevalenza da oggetti di ornamento, strumenti in selce e in alcuni casi da vasi in ceramica.

Bibliografia
Provincia Autonoma di Trento - Servizio beni Culturali - Ufficio beni Archeologici: Settemila anni di storia della Piana Rotaliana, Rovereto (Tn) 2002

Giovedì, 23 Aprile 2015