Discorsi dei Sindaci 2004

Discorsi ufficiali del Sindaco di Mezzocorona e del Sindaco di Dußlingen tenuti a Mezzocorona il 5 settembre 2004

Discorso del Sindaco di Mezzocorona a Mezzocorona

Cari amici di Dusslingen
Egregio signor Presidente della Giunta provinciale
Egregio signor Presidente del consiglio regionale
Cari concittadini
È con grande piacere che a nome di tutta l’amministrazione comunale porgo un affettuoso saluto a Voi tutti in occasione di questa grande giornata di festa rappresentata dalla firma dell’atto ufficiale di gemellaggio.

Già lo scorso anno in occasione della firma del documento in quel di Dusslingen abbiamo avuto modo di sottolineare la grande amicizia che lega le nostre 2 Comunità. Amicizia consolidata da oltre vent’anni di conoscenza e di frequentazione.
Un amicizia sincera e sentita proprio perché pur appartenendo a nazionalità diverse molti sono gli aspetti che ci uniscono. La laboriosità dei cittadini, la sincerità nei rapporti, la vivacità dell’associazionismo, quella voglia di fare e quell’amore per la propria terra e Comunità che è tipico della nostra gente.

Con questo ulteriore atto ufficiale si chiude la parte burocratica relativa al gemellaggio. Il ruolo del Comune d’ora in poi dovrà essere unicamente quello di coordinamento e di supporto fra quanti vorranno sostenere e percorrere questa strada di scambio, amicizia, collaborazione.

Ed ecco quindi che le Associazioni, particolarmente numerose ed attive nella nostra borgata, come possiamo vedere dai numerosi e funzionali stand allestiti in questa 3 giorni di festa del “settembre rotaliano”, dovranno assumere ed interpretare un ruolo da protagonista attivo nell’interloquire con gli amici tedeschi di Dusslingen.
Sicuramente un ruolo da prim’attore spetterà alla Scuola. E’ nella Scuola che dovranno crescere e maturare idee e iniziative volte ad offrire ai nostri giovani nuove opportunità di crescita culturale e sociale rapportandosi con modelli scolastici diversi e con una lingua europea importante come il tedesco.

In quest’ottica interessante è stato l’incontro organizzato sabato mattina presso l’ Istituto con la presenza di tutte le componenti scolastiche della nostra e della loro Scuola. Nell’occasione sono state messe le basi per una collaborazione e per un interscambio che presto dovrà concretizzarsi.
Ricordo che lo scorso anno il collega Sindaco Thomas Holsch paragonava il gemellaggio fra i nostri Comuni al “sì” di una coppia di innamorati davanti all’ufficiale di stato civile. Ora a distanza di un anno da quel “sì” non dobbiamo più essere soltanto dei fidanzati innamorati ma una vera famiglia unita che programma assieme il futuro e la propria crescita per il benessere dei concittadini che da questa unione dovranno trovare accrescimento culturale e sociale.

E’ indubbio che per mantenere vivo un matrimonio necessita impegno e reciproca comprensione, di questo ne siamo consapevoli, sono però convinto che la gente di Mezzocorona e la gente di Dusslingen sapranno interpretare e cogliere seriamente le opportunità ed i lati positivi del gemellaggio sopravvivendo alle crisi del “settimo anno” e degli anni seguenti.
Chiudo con i doverosi ringraziamenti a tutti quanti hanno alimentato questa amicizia e reso possibile il gemellaggio fra le nostre Comunità, a partire dai Vigili del Fuoco, i quali nel 2002 hanno festeggiato il ventennale del loro gemellaggio con Dusslingen, al concittadino Luchin Gianmario ed a tutte le altre Associazioni e persone che fattivamente hanno fatto conoscere ed apprezzare Mezzocorona nella tedesca Dusslingen.

Discorso del Sindaco di Dußlingen a Mezzocorona

Cari amici di Mezzocorona,
caro collega Mauro,
egregi signori,
stimatissimi ospiti,

Innanzitutto desidero ringraziarVi ufficialmente anche in nome di tutti i cittadini di Dußlingen per la gentile accoglienza ed ospitalità che ci avete offerto durante questa meravigliosa festa qui a Mezzocorona. Sento veramente che lo spirito di gemellaggio tra i nostri due comuni è entrato sia nella mente che nei cuori dei cittadini. Per questo Vi ringrazio sinceramente di cuore.

Cari amici di Mezzocorona, esattamente 1 anno, 1 mese e 16 giorni fa, il 20 luglio 2003, abbiamo suggellato ufficialmente il gemellaggio tra Mezzocorona e Dußlingen con un fine settimana altrettanto meraviglioso sotto un sole splendente.

Ed oggi vogliamo cogliere l’occasione per controfirmare l’atto di gemellaggio tra i nostri due comuni qui a Mezzocorona e confermarlo su territorio italiano. Con questa firma vogliamo richiamare alla memoria, reiterare e consolidare ancora una volta tutti gli obiettivi citati nell’atto di gemellaggio.
In occasione della sottoscrizione del documento a Dußlingen ho asserito che la firma apposta all’atto era paragonabile al “sì” di una coppia al suo matrimonio.

Ora mi rallegro di constatare che abbiamo superato benissimo il primo anno di matrimonio e che possiamo già festeggiare quelle che noi in Germania chiamiamo “papierne Hochzeit” (nozze di carta).
Per lo meno alcuni cittadini di Dußlingen hanno per così dire passato un anno fa la luna di miele a Mezzocorona in occasione dell’ultimo “settembre rotaliano”, ed io so anche che nel frattempo alcuni abitanti di Dußlingen si sono recati in visita a Mezzocorona. Allo stesso modo, durante l’anno passato ho avuto modo di vedere ripetutamente cittadini di Mezzocorona a Dußlingen.
 
Io penso e spero che proprio attraverso queste visite spontanee noi ci troviamo sulla giusta via per il gemellaggio che sta iniziando ora.

In occasione della sottoscrizione dell’atto a Dußlingen ci siamo impegnati a contrarre un’unione amichevole vera e duratura e a creare così attraverso il gemellaggio con i nostri due comuni qualcosa destinato a durare nel tempo.
I punti fondamentali del rapporto di gemellaggio devono essere soprattutto attività di scambio tra i giovani, incontri tra associazioni ed altre istituzioni comunali e naturalmente anche rapporti di amicizia tra famiglie.
Insieme vogliamo realizzare gli obiettivi del nostro gemellaggio come fissato nell’atto ufficiale promuovendo e rafforzando su tutti i livelli ed in ogni modo i rapporti culturali, sportivi ed umani tra gli abitanti di Mezzocorona e di Dußlingen.
Come ho già precedentemente accennato, abbiamo già cominciato a realizzare i nostri obiettivi.
Un anno fa circa 150 cittadini di Mezzocorona hanno soggiornato per tre giorni a Dußlingen ed hanno contribuito a dare forma alla stipulazione ufficiale dell’atto di gemellaggio da noi nel Baden-Württemberg.

Ieri ha avuto luogo un incontro tra i rappresentanti delle diverse scuole dei nostri due comuni, i consiglieri comunali e l’amministrazione per uno scambio di informazioni sui diversi sistemi scolastici dei nostri due comuni e per sondare come sia possibile entusiasmare in particolare i nostri giovani per questo gemellaggio.
Anche i contatti già avviati tra molti gruppi ed associazioni dei nostri due comuni ci forniscono fondate speranze che le nostre collaborazioni esistano per i nostri cittadini, che il nostro gemellaggio sia voluto dai cittadini di ambedue i comuni che questo gemellaggio venga riempito di vita dai cittadini.
Vogliamo un gemellaggio vivo, paragonabile all’amicizia, come ci fornisce da decenni l’esempio di ambedue i corpi dei vigili del fuoco, un’amicizia che viene coltivata ed incentivata.
 
Questo gemellaggio vivo presuppone però che il più possibile dei cittadini venga coinvolto, si impegni, sviluppi e realizzi di propria iniziativa e voglia assumersi responsabilità.
Noi, e qui parlo sicuramente anche a nome del mio collega Mauro Fiamozzi, confidiamo nell’iniziativa dei nostri cittadini di Mezzocorona e Dußlingen ed io penso che la risonanza di questo fine settimana parli da sé.
Per la nostra unione collaborativa mi auguro soprattutto che ci trattiamo con rispetto e stima verso ciò che ci differenzia, che ci veniamo incontro scoprendo così sicuramente molte affinità e che possiamo trarre insegnamento gli uni dagli altri. Io penso che attraverso ciò anche Mezzocorona e Dußlingen possano alla fine fornire un piccolo ma sicuro contributo alla concrescita di un’Europa unita. Dal nostro gemellaggio deve nascere un’amicizia disinteressata, che può richiedere pazienza.
Sono profondamente convinto che potremo già presto raccogliere i frutti del nostro gemellaggio. Con la sottoscrizione dell’atto di gemellaggio è stato posto il seme. Tocca ora a noi provvedere che le piantine crescano bene per poter presto “riporre” i frutti del nostro lavoro.

Desidero ringraziare già oggi tutti coloro che in futuro ci doneranno il loro appoggio e sostegno e che riempiranno di vita il nostro gemellaggio cosicché fiorisca e proceda bene.

Ai cittadini dei nostri ambedue comuni auguro un futuro pacifico felice e pieno di successo.

Lunedì, 04 Maggio 2015