Avviso IM.I.S. anno 2016

Novità dell'anno 2016

Si riassume di seguito alcune modifiche introdotte nel 2016:

  • quest’anno ai contribuenti verrà inviato entro la prima scadenza di pagamento (16 giugno 2016) anche il modello F/24 precompilato per il versamento a saldo (16 dicembre 2016); pertanto chi nel corso dell’anno avesse modifiche rispetto agli immobili posseduti è pregato di rivolgersi all’ufficio tributi per un ricalcolo dell’imposta.
  • azzeramento dell'aliquota per le abitazioni principali, fattispecie assimilate e pertinenze, eccetto abitazioni di tipo signorile, ville, castelli e palazzi di pregio che continuano a versare come nel 2015 l'imposta dovuta con aliquota 0,25% e con detrazione di 350,57.
  • riduzione delle aliquote per le attività produttive: da 0,79% a 0,55% per negozi e botteghe, laboratori per arti e mestieri, alberghi e pensioni, da 0,895% a 0,55% per uffici e studi privati.
  • modifica della rendita a seguito delle richieste dei privati di revisione della iscrizione catastale o della rendita catastale, da presentare entro il 15 giugno 2016, per immobili in categoria D (produttivi) e E per la componente “imbullonati” (impianti installati sulla struttura del fabbricato).
  • aumento della deduzione d’imponibile da € 1.000,00 a € 1.500,00 per i fabbricati strumentali all’attività agricola.
  • ulteriore diminuzione dell’aliquota agevolata per l’unità immobiliare abitativa (con relative pertinenze) concessa in comodato a parenti in linea retta entro il primo grado, a cui viene applicata un'aliquota agevolata pari allo 0,45%.
  • la legge provinciale n. 15/2015 prevede la possibilità che il proprietario di un’area edificabile, non interessato a edificare, chieda al Comune la modifica della destinazione urbanistica. Il Comune entro l’anno è tenuto a pronunciarsi sulla richiesta. Per eventuali informazione è possibile rivolgersi all’ufficio tecnico comunale.

Tabella riassuntiva delle aliquote a valere per il 2016:

TIPOLOGIA DI IMMOBILE ALIQUOTA DETRAZIONE D'IMPOSTA DEDUZIONE IMPONIBILE
abitazione principale e pertinenze per le sole categorie catastali A/1, A/8 e A/9 0,25% €. 350,57  
altri fabbricati ad uso abitativo 0,895%    
fabbricati ad uso non abitativo: D/1, D/3, D/4, D/6, D/7, D/8 e D/9 0,79%    
fabbricati ad uso non abitativo: A/10, C/1, C/3 e D/2 0,55%    
fabbricati strumentali all’attività agricola 0,1%   €. 1500,00
aree edificabili e altri immobili non compresi nelle categorie precedenti 0,895%    
abitazioni e pertinenze con comodato 0,45%    

Giovedì, 24 Marzo 2016