Cambio di residenza in tempo reale

A partire dal 9 maggio 2012 le istanze di iscrizione anagrafica e di cambio abitazione potranno  non solo essere presentate all’Ufficio Anagrafe del Comune, ma anche inviate per raccomandata, per fax o per via telematica (posta elettronica). Per farlo è necessario usare gli appositi modelli (vedi allegato 1 o allegato 2) reperibili anche presso l'Ufficio Anagrafe.

Nel caso l'Ufficio Anagrafe verificasse la non sussistenza dei requisiti cui è subordinata la variazione anagrafica, provvederà a darne comunicazione all'interessato ai sensi dell'art. 10-bis della legge 241/1990. L'interessato avrà poi ulteriori 10 giorni per rendere le proprie controdeduzioni o osservazioni al riguardo.

In caso di non accoglimento delle controdeduzioni o osservazioni, l'Ufficio Anagrafe procederà all'annullamento della variazione anagrafica effettuata, con successivo ripristino della precedente posizione anagrafica. L'annullamento sarà comunicato all'interessato e all'eventuale precedente Comune di iscrizione anagrafica.

Si rammenta al riguardo che in caso di false dichiarazioni si applicano le disposizioni previste dagli artt. 75 e 76 del D.P.R. 445/2000 i quali dispongono rispettivamente la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione nonché il rilievo penale della dichiarazione mendace.

Dove rivolgersi

Uffici demografici

Tempi di attesa

Entro due giorni lavorativi dalla data di ricezione dell'istanza, l'Ufficio Anagrafe registra le dichiarazioni ricevute con effetti giuridici dalla data di presentazione e provvede quindi ad inviare la richiesta di cancellazione all'eventuale Comune di precedente iscrizione anagrafica.
Nei successivi 45 giorni, l'Ufficio Anagrafe si riserva di verificare la veridicità delle dichiarazioni rese dall'interessato. Trascorsi i 45 giorni senza che l'interessato abbia ricevuto notizie circa eventuali requisiti mancanti, la variazione anagrafica apportata si considererà conforme alla dichiarazione resa, ai sensi dell'art. 20 della legge 241/1990 che disciplina l'istituto del silenzio-assenso.

Come fare / Cosa fare

Presentazione per via telematica (posta elettronica)

Questa modalità è consentita ad una delle seguenti condizioni:

  • che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;
  • che l'autore sia identificato dal sistema informatico con l'uso della carta di identità elettronica, della carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentano l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione; 
  • che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante;
  • che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d'identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.

Indirizzi di posta elettronica ai quali inviare le istanze:

Invio tramite raccomandata a:
Comune di Mezzocorona
Ufficio Servizi demografici
Piazza della Chiesa, 1
38016  Mezzocorona  (TN)

Invio per fax al numero:
0461 608103

Mercoledì, 29 Aprile 2015