Carta dei servizi della biblioteca intercomunale di Mezzocorona-Roverè della Luna-Nave san Rocco

Nel 2015 è stata erogata la Carta dei servizi della biblioteca intercomunale di Mezzocorona-Roverè della Luna-Nave san Rocco

Biblioteca intercomunale di Mezzocorona

Roverè della Luna – Nave San Rocco

 

CARTA DEI SERVIZI

  

2015

 PREMESSA

 

  1. 1.    Identificazione dell’Istituzione

La biblioteca di Mezzocorona nasce nel 1972. Da giugno 1998 il Comune di Mezzocorona, a seguito della stipula di una convenzione con il Comune di Roverè della Luna, ha aperto un Punto di Lettura presso questo Comune, e da ottobre 2003, a seguito di un’analoga convenzione con il Comune di Nave S. Rocco, è stato aperto un nuovo Punto di Lettura presso quel Comune.

 

BIBLIOTECA DI MEZZOCORONA –via G. Baron Cristani, 1

ORARIO: LUNEDI'- MERCOLEDI'- VENERDI': ORE 14.00-19.00

MARTEDI'- GIOVEDI': ORE 9.00-18.00

Tel.0461 608182;

mezzocorona@biblio.infotn.it; www.comune.mezzocorona.tn.it

Facebook. Biblioteca Di Mezzocorona

 

PUNTO DI LETTURA DI NAVE S.ROCCO –via IV Novembre, 14

ORARIO: MARTEDI' – VENERDI’: ORE 14.00-18.00;

Tel.0461 870027;

navesanrocco@biblio.infotn.it; www.comune.navesanrocco.tn.it

 

PUNTO DI LETTURA DI ROVERE’ D. LUNA – via A. Rosmini, 5

ORARIO: LUNEDI’ - MERCOLEDI’: 14.00-18.30; Tel. 0461 658884; roveredellaluna@biblio.infotn.it; www.comune.roveredellaluna.tn.it

 

  1. 2.    Cos’è la Carta dei servizi

La Carta dei servizi è il documento che contiene il contratto di servizio tra biblioteca e utenti, definendo le modalità pratiche di erogazione dei servizi, i diritti e i doveri di coloro che accedono ai diversi servizi e alle iniziative organizzate, nonché i requisiti minimi che la biblioteca si impegna a rispettare nel corso dell’anno.

La carta è resa pubblica attraverso la pubblicazione sul sito web www.comune.mezzocorona.tn.it (Vivere a Mezzocorona/Biblioteca) e la disponibilità di copie a stampa nelle tre sedi della biblioteca.

 

  1. 3.    La missione della biblioteca

I principi generali definitori della biblioteca pubblica e della sua missione sono contenuti nelle Raccomandazioni per le biblioteche pubbliche dell’IFLA e nel Manifesto Unesco sulle biblioteche pubbliche.

La nostra biblioteca intercomunale intende rispondere ai bisogni di informazione, crescita e sviluppo culturale dei cittadini, per sostenere l’attuazione del diritto allo studio, i percorsi della formazione permanente, le esigenze legate all’intrattenimento e all’impiego del tempo libero.

La biblioteca costituisce un punto di riferimento per le diversità culturali, contribuisce ad accrescere la consapevolezza dell’eredità storica e a trasmetterla alle generazioni future, si propone come testimonianza dell’identità locale, svolgendo servizi di documentazione sulla realtà a cui fa riferimento.

La biblioteca vuole favorire e rendere duraturo questo contatto con i cittadini grazie alla disponibilità di spazi e ambienti confortevoli, alla competenza e disponibilità del personale addetto, alla qualità e ricchezza delle raccolte e all’offerta di strumenti congrui ai bisogni conoscitivi della contemporaneità.

Come servizio pubblico di base, volto ad assicurare a tutti un libero ed equo accesso alle informazioni e alle idee, la biblioteca si rivolge alla totalità degli utenti reali e potenziali, senza alcuna discriminazione.

Essa ha l’obiettivo di dare risposte ad esigenze informative e conoscitive diverse (informazione bibliografica, assistenza alle ricerche scolastiche, reference personalizzato, consigli di lettura), nel garantire diverse modalità di fruizione (studio individuale e collettivo, lettura in relax, orientamento informativo e bibliografico assistito), mettendo a disposizione documenti eterogenei (nel supporto, nel contenuto, nel livello di approfondimento).

Agenzia di informazione e di educazione lungo tutto l’arco della vita, la biblioteca pubblica si propone come patrimonio della comunità, liberamente e gratuitamente fruibile. Partecipa, d’altra parte, alla condizione generale dei servizi pubblici.

 

PARTE PRIMA: I PRINCIPI FONDAMENTALI

Principi di erogazione del servizio: uguaglianza, imparzialità, continuità, accessibilità, diritto di scelta, trasparenza, partecipazione, efficienza, efficacia, economicità, comunicazione.

I servizi della biblioteca pubblica sono forniti sulla base dell’uguaglianza di accesso per tutti, senza distinzione di età, razza, sesso, religione, nazionalità, lingua, condizione sociale o grado di istruzione. Ogni fascia d’ età può trovare materiale rispondente ai propri bisogni. Le raccolte e i servizi non sono soggetti ad alcun tipo di censura ideologica, politica o religiosa, né a pressioni commerciali.

Il principio dell’uguaglianza è applicato nel senso di non operare alcuna ingiustificata discriminazione tra gli utenti portatori di condizioni sociali e personali diverse, senza che tale applicazione comporti in modo automatico uniformità di prestazioni per tutti: sono esplicitate nella presente carta quelle iniziative volte ad azioni miranti ad adeguare l’erogazione del servizio bibliotecario alle necessità degli utenti portatori di abilità differenti o appartenenti a categorie con esigenze particolari.

La biblioteca rispetta la riservatezza dei dati personali, delle informazioni ricercate e delle letture preferite dai propri utenti.

I servizi sono erogati secondo principi di obiettività, imparzialità, equità, continuità e regolarità.

Eventuali cambiamenti o interruzioni nell’erogazione del servizio sono ampiamente e preventivamente annunciati, adoperandosi il personale per una riduzione del disagio e una tempestiva ripresa dei servizi. La chiusura di una sede è preannunciata con minimo una settimana di anticipo attraverso gli strumenti cartacei e digitali (sito web, social network, newsletter) a disposizione della biblioteca; la chiusura non preannunciata e comunicata con il semplice avviso sulla porta d’ingresso può solo essere dovuta ad un aspetto non programmabile, (quale ad es. la malattia di un bibliotecario che non può essere sostituito).

La biblioteca effettua orari di apertura ampi e adeguati alle esigenze della comunità servita: in due giornate infrasettimanali effettua l’orario continuato nella sede di Mezzocorona, iniziativa family friendly volta a favorire principalmente studenti e lavoratori.

In caso di riduzione o interruzione del servizio per motivi tecnici si impegna ad adottare misure volte ad arrecare agli utenti il minor disagio possibile.

La biblioteca è priva di barriere architettoniche e mira al mantenimento del comfort in tutte le sedi attraverso l’adeguata predisposizione di arredi

Le raccolte e i servizi comprendono tutte le forme di documentazione disponibili su qualunque supporto, che rifletteranno gli orientamenti attuali e l’evoluzione della società, incoraggiando il dialogo interculturale.

La biblioteca si adopera affinché il diritto di scelta possa essere consapevolmente esercitato. La biblioteca è disponibile ad accordarsi con le altre biblioteche della zona nella definizione degli orari di apertura. Inoltre come descritto nella Carta delle collezioni, razionalizzerà le acquisizioni in un’ottica di cooperazione.

La biblioteca intercomunale, il personale e l’utenza sono protagonisti e responsabili del rispetto e dell’attuazione della presente Carta. La biblioteca promuove la partecipazione degli utenti, garantendo la possibilità di formulare suggerimenti, richieste, osservazioni, reclami in forma diretta al personale o in forma anonima attraverso un’apposita bussola presente costantemente nelle tre sedi. Da anni inoltre la biblioteca promuove la partecipazione degli utenti alle attività culturali della biblioteca, offrendo anche l’opportunità di mettere a disposizione le proprie competenze a titolo gratuito.

La biblioteca collabora con le associazioni locali per la realizzazione di eventi ed altre occasioni di arricchimento del servizio (Operatori economici ed artigiani, Pro loco, Gruppo arte Mezzocorona, S.A.T, Gruppo Alpini; C.C.R. Il Melograno). La biblioteca si impegna a svolgere ogni cinque anni un’indagine di customer satisfaction volta a rilevare il grado di soddisfazione degli utenti e le loro esigenze.

La biblioteca inoltre si impegna annualmente a promuovere un’assemblea pubblica che verrà denominata “assemblea della Vicinia” di cui faranno parte gli utenti che lo desiderano, per la presentazione dei risultati di servizio e per raccogliere proposte ed osservazioni. Il nome è legato alla denominazione del palazzo sede della biblioteca e intende indicare non solo il servizio di biblioteca ma anche il servizio di ufficio di attività culturali che l’istituzione intercomunale svolge.

L’assemblea della Vicinia è indipendente dal Consiglio di biblioteca previsto da Regolamento.

La biblioteca garantisce la semplificazione e la trasparenza delle procedure ed una chiara e puntuale informazione sulle modalità di esecuzione, anche attraverso l’impiego di strumenti informatici.

Il funzionamento della biblioteca si ispira a principi di efficienza e di efficacia. La cooperazione interbibliotecaria consente miglioramenti consistenti del livello delle prestazioni fornite (es. catalogo unico CBT, prestito interbibliotecario, Medialibraryonline).

 

PARTE SECONDA: GLI STRUMENTI PER L’EROGAZIONE DEL SERVIZIO

Le sedi: ambienti e spazi

La biblioteca di Mezzocorona da settembre 2004 si è trasferita in una nuova sede, ampia e confortevole, arredata in modo funzionale, che si affaccia sulla centrale piazza della Chiesa ed è situata nello storico Palazzo della Vicinia: la location la rende vicina alle scuole, visibile e centrale nonché dotata di un panorama veramente notevole a beneficio dei fruitori. Nell’estate del 2012 la sede è stata rinnovata e ne è stata migliorata la funzionalità con la compartimentazione del secondo piano mansardato e l'apertura delle finestre velux.

La biblioteca nella sede centrale presta quindi in un ambiente confortevole e luminoso, i suoi classici servizi. Al primo piano infatti è dotata di uno spazio per la lettura delle riviste, di una saletta per lavori di gruppo, di un settore multimediale, di un grande angolo dedicato ai bambini (raddoppiato nel 2013) e di un settore di letteratura e divulgazione per i ragazzi, nonché di varie postazioni per lo studio e la lettura. In questo piano sono collocati i libri più richiesti ed è previsto uno spazio per la merenda in biblioteca e per il cambio dei bambini. Nella mansarda al secondo piano, allestita ordinariamente come sala studio, luminosa e silenziosa, è possibile con facili spostamenti dei mobili svolgere tutte le attività culturali che caratterizzano la stessa biblioteca (corsi, serate, laboratori, riunioni), essendo la detta sala dotata di cento sedie, numerosi tavoli e di un funzionale impianto audio video, oltre che del wi-fi.

La biblioteca è collocata al primo e secondo piano del palazzo e gestisce la sala mostre e il Centro di documentazione nel piano semiinterrato dello stesso. Attualmente a piano terra di Palazzo della Vicinia sono collocati i servizi tecnici comunali: l’auspicio futuro è che si possa espandere la biblioteca anche a piano terra di Palazzo della Vicinia, spostando gli uffici del servizio tecnico altrove. Vi potranno essere collocati i servizi di primo accesso, in parte già presenti nell’attuale atrio (macchinette di erogazione di merende e di bevande calde e fredde) ed in particolare le zone dedicate ai bambini, ai ragazzi e l’emeroteca.

Le sedidei punti di lettura sono funzionali e arredate secondo gli standard moderni di una biblioteca pubblica; entrambe sono collocate a piano terra e si trovano vicine al centro dei rispettivi paesi.

La sede di Nave san Rocco risulta tuttavia ormai piccola per rispondere alle esigenze degli utenti: è infatti dotata di un’unica sala e non è possibile la convivenza tra chi studia e chi usa la biblioteca come uno spazio sociale.

Diversa la situazione per il punto di lettura di Roverè della Luna dove la sale sono due e separabili con una soluzione gradevole ed efficace (porta scorrevole). Inoltre la posizione nell’edificio scolastico è vantaggiosa per i piccoli utenti che possono venire anche in autonomia al punto di lettura dopo la scuola.

Tutte le sedi quindi hanno una localizzazione facilmente raggiungibile e non hanno barriere architettoniche, sono fornite di arredi, attrezzature e tecnologie adeguate, e sono dotate di una buona segnaletica esterna e interna. Gli ambienti sono puliti, confortevoli, accoglienti, funzionali. Igiene e sicurezza dei locali sono costantemente controllati.

L’esistenza di spazi esterni attrezzati è un ulteriore fattore di qualità: in vicinanza delle sedi sono presenti parcheggi, e a Nave san Rocco e a Mezzocorona sono vicinissimi i parchi. La riqualificazione della piazza della chiesa come isola pedonale con bar con tavolini esterni, inoltre favorisce l’utenza abbellendo l’esterno e migliorando la vista e l’immagine della biblioteca di Mezzocorona.

Indicatori:

Comune Abitanti Sup Sedute
Mezzocorona 5.348 490 mq 80
Roverè della Luna 1.595 120 mq 29
Nave san Rocco 1.414 70 mq 19
Tot. Abitanti 8.357    

La misura della superficie (Sup.) di Mezzocorona si riferisce ai due piani della biblioteca escluso il Centro di documentazione (250 mq circa).

I posti a sedere a Mezzocorona sono in numero maggiore di circa 50 unità quando la sala mansarda è allestita a sala conferenze anziché a sala studio.

Raccolte documentarie e loro organizzazione

La tipologia della documentazione, le modalità e i criteri del suo sviluppo, le politiche conservative e di scarto, nonché le tecniche di ordinamento e catalogazione sono definite in rapporto alle concrete finalità di servizio. Per la specifica descrizione delle raccolte si rimanda alla Carta delle collezioni della biblioteca intercomunale.

Negli anni 1991, 2002-2003 e quindi nell'estate del 2012 la biblioteca di Mezzocorona, è stata revisionata completamente: revisione significa controllo inventariale, aggiornamento e, quindi, appetibilità delle raccolte; significa nuovi acquisti e eliminazione di documenti inutilizzati e inutilizzabili, per motivi fisici (libri usurati) o contenutistici (libri superati, libri doppi). Si ritiene opportuno programmare una revisione ogni 10 anni.

In base alle prevedibili disponibilità economiche si ritiene di poter garantire nei prossimi anni l’acquisizione di minimo 1000 nuovi libri all’anno.

Indicatori

La comunità di riferimento ammonta ad un totale di 8.357 abitanti (4 novembre 2014).

Il numero di documenti posseduti sulle tre sedi al 12.10.2014 è di n. 43.731. I documenti così suddivisi:

Sede di Mezzocorona: 25.895 documenti (di cui 7.397 per ragazzi);

Sede di Nave san Rocco: 6.820 documenti (di cui 4.217 per ragazzi);

Sede di Roverè della Luna: 11.016 documenti (di cui 4.790 per ragazzi).

Numero di volumi per abitante: 5,23

Numero documenti sonori, video, multimediali (1.351) per abitante: 0,16

Acquisti annui (1.642) per abitante (rif. anno 2013): 0,19

Percentuale di documenti a scaffale aperto sul totale dei documenti posseduti: 100%

Personale: autonomia e aggiornamento professionale

I bibliotecari operano in autonomia professionale, nel rispetto dei principi della deontologia e degli standard tecnici fissati dai competenti organismi nazionali e internazionali, nella organizzazione tecnica del servizio, sulla base degli obiettivi e delle correlate risorse forniti dal Comune di Mezzocorona, secondo il Codice di comportamento dei dipendenti (deliberazione della Giunta comunale n. 132 del 6.10.2014) e ai sensi della norma UNI sulla professione bibliotecaria.

L’aggiornamento professionale del personale tecnico bibliotecario è un impegno che l’ente locale assume, ed è un compito del bibliotecario: in particolare, è costante l’adesione alla proposte di aggiornamento del servizio attività culturali-Ufficio per il Sistema bibliotecario trentino della P.A.T..

Il personale che presta il suo lavoro in biblioteca in totale comprende tre bibliotecarie laureate in materie umanistiche, di cui una responsabile e due assistenti di biblioteca, una signora dipendente della cooperativa Activa assegnata al Comune di Mezzocorona dal Servizio Ripristino della P.A.T., ed un disabile assunto fuori organico in base alla normativa provinciale vigente.

Indicatori:

Il numero totale di ore prestate settimanalmente dal detto personale corrisponde a 4,2 unità tempo pieno. In media risulta un unità tempo pieno ogni 2000 abitanti.

Valutando solo il il numero di ore dei bibliotecari professionali (n. ore 92/36= 2,5 unità t.p.), in media risulta un bibliotecario ogni 3333 abitanti.

Le risorse economiche, strumentali, organizzative

La cooperazione delle biblioteche aderenti al Sistema bibliotecario trentino è un potente strumento di qualificazione del servizio, consente economie di scala e specializzazioni molto utili nella prospettiva della condivisione delle risorse. La biblioteca intercomunale per sua stessa natura ha un’ottica di collaborazione cooperativistica per la gestione del servizio e l’organizzazione delle attività nei tre comuni di pertinenza.

Come specificato nella Carta delle collezioni della biblioteca, a cui si rimanda, per razionalizzare gli acquisti e garantire un maggior livello di copertura nell’area territoriale omogenea facente parte della Comunità di Valle Rotaliana Königsberg (n. di abitanti totale 32.500 circa), le responsabili della biblioteca intercomunale di Mezzocorona-Roverè della Luna-Nave san Rocco, della biblioteca intercomunale di Lavis e Zambana, della biblioteca intercomunale di Mezzolombardo-Sporminore-Campodenno- Ton e della biblioteca comunale di S. Michele hanno concordemente stabilito la divisione di ambiti di approfondimento per lo sviluppo delle collezioni (incontro di data 4.11.2014).

Esiste da 24 anni una forma di collaborazione intercomunale di tipo culturale per la gestione del Festival Solstizio d’Estate (teatro, musica, danza), la cui direzione artistica è del Gruppo Arte Mezzocorona; detto progetto vede il Comune di Mezzocorona capofila e coinvolge altri comuni della piana Rotaliana (nel 2014 Mezzolombardo, S. Michele, Roverè della Luna, Lavis), numerosi sponsors pubblici e privati far i quali la Comunità di Valle Rotaliana Königsberg e la Provincia autonoma di Trento.

La biblioteca è attenta alla partecipazione a concorsi e bandi soprattutto qualora ne possano derivare risorse economiche oltre che visibilità (Concorso Nati per leggere, bando Fondazione Caritro).

La biblioteca aderisce per il 2015 al progetto intercomunale “Sceglilibro: premio giovani lettori” condiviso da 30 biblioteche trentine (www.sceglilibro.it).

 

PARTE TERZA: I SERVIZI

Lettura e consultazione

La biblioteca raccoglie, ordina, organizza e rende disponibili all’uso pubblico materiali documentari e informativi di carattere generale con particolare attenzione per la documentazione di interesse locale.

La biblioteca organizza gli spazi e i servizi tenendo conto dell’utenza destinataria e della tipologia di materiali documentari. Compatibilmente con i locali di cui dispone, ha organizzato in tutte le sedi una sezione riservata ai bambini, una ai ragazzi, un’emeroteca con sedute comfort, una sezione di audiovisivi e la sezione locale. Nelle sedi di Roverè della Luna e di Mezzocorona ci sono delle silenziose sale studio. In tutte le sedi l’utente può studiare con libri propri.

Nella sede di Mezzocorona c’è il servizio wi-fi gratuito e gli studenti hanno a loro disposizione degli armadietti chiusi a chiave per il deposito giornaliero delle borse e di oggetti personali, collocati davanti alla porta di accesso alla sala studio.

Con opportuna segnaletica si indica di usare senza suoneria in biblioteca il telefono cellulare, cosa che sarebbe auspicabile in tutta la biblioteca. Tuttavia questa norma è applicata con attenzione solo in sala studio essendo le altre zone delle sedi comunque rumorose.

Si consente il caricamento del cellulare e il collegamento dei computer personali con la rete elettrica della biblioteca.

Per accedere alla biblioteca non è indispensabile essere iscritti al Sistema bibliotecario Trentino, nè lo è per partecipare ad attività culturali quali corsi, incontri, laboratori proposti dalla biblioteca, o per ritirare pubblicazioni in omaggio edite dal Comune di Mezzocorona.

Per accedere ai servizi di prestito libri, prestito dvd, prestito riviste, Internet, Wi-fi, MLOL (http://trentino.medialibrary.it) è indispensabile essere dotati della tessera del sistema bibliotecario trentino. Per l’iscrizione al servizio internet, al Wi-fi e a MLOL risulta tuttavia necessario fornire ulteriori dati al bibliotecario quali la email personale, e dati descrittivi della carta di identità.

La biblioteca in tutte le sedi propone l’offerta integrata di documentazione e informazione appartenente a tutte le categorie di media disponibili e un servizio efficace di assistenza al loro uso in un ambiente di esperienza socializzata. In tutte le sedi la documentazione è a scaffale aperto, i magazzini contengono poche doppie copie di romanzi o di libri di editoria trentina.

Unici materiali non prestabili (solo in consultazione) sono le enciclopedie, i dizionari e i libri antichi facenti parte del fondo della donazione Eccher dall’Eco (si veda in merito la descrizione nella Carta delle collezioni della biblioteca a cui si rimanda).

I pc destinati al pubblico nella sede di Mezzocorona sono tre, nella sede di Roverè della Luna sono due e nella sede di Nave san Rocco è uno. Nulla vieta che con proprie cuffie sui pc l’utente possa ascoltare musica o vedere video e utilizzare una propria chiavetta Usb. Dagli stessi pc l’utente può consultare il catalogo bibliografico trentino (Oseegenius), MLOL, e produrre documenti con i programmi installati (pacchetto Office), nonché stampare.

Servizio di consultazione archivio storico comunale e archivio fotografico

La biblioteca gestisce il servizio di consultazione dell’archivio storico comunale di Mezzocorona, collocato presso palazzo della Vicinia, e gestirà non appena sarà riordinato l’Archivio storico fotografico donato dal Circolo fotoamatori rotaliano. La responsabile della biblioteca possiede il diploma di archivista - paleografa rilasciato dall’Archivio di Stato di Bolzano.

 

Servizio di prestito

Il servizio di prestito è una funzione centrale della biblioteca. Il prestito non può essere trasferito ad altri e deve concludersi con la restituzione dei documenti alla biblioteca entro il termine di scadenza.

La biblioteca garantisce la semplificazione e la rapidità delle procedure di prestito anche attraverso l’impiego di strumenti informatici, forniti dall’Ufficio per il catalogo bibliografico trentino ed uguali per tutte le biblioteche trentine (Amicus, Olisuite).

Il prestito dei libri, dei libri con cd allagato e degli audiolibri dura 30 giorni, quello dei documenti audiovisivi 7 giorni, mentre gli arretrati delle riviste e dei quotidiani possono essere prestato per 15 giorni: deve comunque rimanere in sede l’ultimo numero. Nel rispetto della legge sul diritto d’autore sono ammessi al prestito i dvd a 18 mesi dalla data della loro uscita.

L’utente ha la facoltà di avere in prestito 5 documenti per volta ed è tenuto a utilizzare per il prestito la tessera propria oppure, in subordine, quella di un familiare.

Se l’utente non ha con sé la tessera il bibliotecario fornirà comunque il documento richiesto in prestito, avvisando l’utente di portarla. Il bibliotecario potrà rifiutare il prestito all’utente, se questi deliberatamente non porta mai la tessera.

In caso di perdita della tessera si chiede all’utente di cercarla affidando per due volte il prestito senza tessera: dopo questo lasso di tempo la tessera verrà rifatta gratuitamente.

Il numero delle riviste prestabili è di 5 per volta non cumulabile con il prestito dei libri e computato in apposito file.

I prestiti dei documenti non prenotati sono rinnovabili di un tempo pari a quello della loro durata: il rinnovo può essere richiesto anche telefonicamente o via email per massimo tre volte.

Qualora ci siano occasioni o condizioni particolari che implichino una diversa durata del prestito di certe categorie di documenti (es. libri di Natale, novità librarie), sarà dato opportuno avviso in bacheca.

Oltre agli enti, possono avere un numero di prestiti illimitato gli insegnanti e gli educatori, che si qualifichino come tali al bibliotecario, e le classi delle scuole del territorio di competenza.

La mancata restituzione entro il tempo convenuto, comporta il ricevimento di un sollecito nell’arco dei tre mesi successivi alla scadenza del prestito: esso sarà dapprima telefonico e via email, quindi scritto con espressi i termini per la consegna. A seguito del sollecito scritto la mancata restituzione comporta l’esclusione dal servizio di prestito locale, finché non viene sanata la situazione con il risarcimento del libro, se non è possibile la sua restituzione, segnalandolo alle altre biblioteche con nota sulla tessera. Non sono applicate sanzioni pecuniarie per i ritardi.

I libri in prestito possono essere prenotati dall’utente per il tramite della bibliotecario, anche via e-mail o telefonicamente.

L’accesso al servizio di consultazione e prestito è libero e gratuito, previa iscrizione al catalogo bibliografico trentino (CBT). I minorenni possono iscriversi purché autorizzati dai genitori. Ordinariamente è immediata l’emissione della tessera di iscrizione al CBT, appena viene consegnato l’apposito modulo compilato al bibliotecario.

La biblioteca è disponibile, qualora ne abbia richiesta, ad organizzare servizi di consegna a domicilio, per utenti costretti a casa o per la locale Casa di riposo.

Per utenti non vedenti o portatori di handicap relativi alla capacità di leggere la biblioteca è in possesso di vari audiolibri e di alcuni libri a grandi caratteri.

Indicatori:

L’andamento dei prestiti negli ultimi anni è il seguente:

Mezzocorona 

Totale prestiti effettuati nel 2013: 12.813 (2012: 10.920; 2011: 12.788; 2010: 13.345; 2009: 12.225; 2008:12.301; 2007: 12.053).

Roveré della Luna  

Totale prestiti effettuati nel 2013: 3.387 (2012: 3621; 2011: 3.480; 2010: 3.764; 2009: 3.193; 2008: 3.545; 2007: 4.463).

Nave San Rocco 

Totale prestiti effettuati nel 2013: 3.580 (2012: 2.756; 2011: 2.743; 2010: 3.413; 2009: 2.880; 2008: 2.472; 2007: 3.073).

Totale prestiti effettuati nelle tre sedi nel 2013: 19.780 (2013:17.297; 2011: 19.011; 2010: 20.522; 2009: 18.298; 2008: 18.318; 2007: 19.589).

 

Prestito interbibliotecario e richiesta desiderata

La biblioteca, facendo parte del Sistema bibliotecario trentino, fornisce un servizio di prestito interbibliotecario e di fornitura di documenti ai propri utenti regolarmente iscritti al prestito. I prestiti interbibliotecari vanno richiesti al bibliotecario che nei limiti delle indicazioni date dall’Ufficio per il sistema bibliotecario trentino provvederà alla richiesta.

La biblioteca effettua al momento della domanda dell’utente la richiesta di prestito interbibliotecario e risponde il primo giorno utile di apertura della sede alle richieste ricevute. I pacchi di libri seguono i tempi di recapito postale.

Il servizio di prestito interbibliotecario non si effettua durante la fascia d’orario 12.30-14.00 nelle giornate di martedì e giovedì (orario continuato), coperta con personale non professionalizzato, come risulta dall’avviso in bacheca.

L’eventuale rinnovo del prestito interbibliotecario viene richiesto alla sede di appartenenza del documento dal bibliotecario, telefonicamente o via email, e la biblioteca dà quindi debito avviso a proprio utente.

Al momento dell’arrivo in biblioteca il libro o il dvd richiesto in prestito interbibliotecario viene assegnato all’utente, che viene subito avvisato e, dal giorno dell’avviso, rimane disponibile per i ritiro per 10 giorni.

Medesimo periodo di giacenza hanno i prestiti dei documenti intersede (ossia fra le nostre tre sedi), che al momento della richiesta vengono assegnati all’utente.

L’utente può esprimere desiderata ossia suggerimenti per l’acquisto di libri alla biblioteca, semplicemente con una richiesta orale. Essa verrà scritta in apposito file dal bibliotecario con la data della richiesta. Qualora il suggerimento sia ritenuto congruo rispetto alla natura delle raccolte della biblioteca, si provvederà quindi all’acquisto. Ad approvazione di bilancio avvenuta, si programmano acquisti almeno una volta al mese.

Qualora tuttavia l’utente abbia urgenza oppure il bibliotecario non riesca a reperire il libro sul mercato di riferimento, o non ritenga congruo l’acquisto si ricorrerà alla soddisfazione della richiesta tramite il prestito interbibliotecario.

Non appena la richiesta è esaudita l’utente viene avvisato dal bibliotecario, per via telefonica o, preferibilmente, via email.

Servizio di riproduzione e stampa

Il servizio di riproduzione in fotocopia e di stampa da pc è disponibile per gli utenti della biblioteca che ne abbiano necessità, nel rispetto della normativa vigente in merito alla legge sul diritto d’autore.

Le fotocopie vengono svolte direttamente dal personale della biblioteca in tempo reale, compatibilmente con il numero di fotocopie richiesto e con la disponibilità del personale. Per richieste corpose può essere concordato con l’utente un tempo specifico di esecuzione.

Le stampe possono essere fatte dagli utenti direttamente dai pc disponibili per il pubblico.

Le tariffe delle fotocopie e delle stampe sono le seguenti:

A4 in bianco e nero euro 0,10, A4 colori euro 0,15

A3 in bianco e nero euro 0,20, A3 a colori euro 0,30.

Servizio di informazione

La biblioteca gestisce servizi di consulenza bibliografica ed assistenza alla consultazione dei cataloghi, alle ricerche informative e documentarie, alle ricerche su basi dati locali o remote. Il servizio di consulenza bibliografica non si effettua durante la fascia d’orario 12.30-14.00 nelle giornate di martedì e giovedì (orario continuato), coperte con personale non professionalizzato.

I cataloghi presenti sul web sono direttamente accessibili da parte degli utenti, attraverso le postazioni internet attive nelle tre sedi, previa iscrizione al Servizio Internet, da effettuarsi in biblioteca secondo le modalità previste dall’apposito regolamento, che definisce anche i tempi massimi di permanenza degli utenti.

Qualora tuttavia non vi siano richieste da parte di altri utenti per il servizio internet si può far permanere l’utente richiedente più del tempo stabilito dal regolamento (massimo 3 ore alla settimana, massimo 1ora al giorno)

Per ricerche che, in ragione della loro complessità ed estensione, potrebbero pregiudicare il normale svolgimento del servizio qualora soddisfatte immediatamente, può essere concordato con l’utente un tempo di risposta non immediato.

Alle email di richiesta informazioni, come pure i messaggi su Facebook, si cerca di rispondere generalmente in pochi minuti in orario di apertura al pubblico della biblioteca e si può comunque garantire la risposta in massimo un giorno lavorativo per la sede di Mezzocorona e tre giorni lavorativi per le altre sedi, fatti salvi i periodi di chiusura programmata.

Servizi telematici e multimediali

La biblioteca rende disponibili documenti e informazioni su qualsiasi supporto, compresi anche documenti video, sonori e multimediali (cd, dvd, videocassette, cd-rom).

Il personale è a disposizione per assistenza nella ricerca e nell’uso degli strumenti tecnologici di accesso all’informazione e ai documenti. Per l’assistenza che, in ragione della sua complessità, può pregiudicare il normale svolgimento del servizio, può essere concordato con l’utente un appuntamento ad hoc.

Le iscrizioni al Servizio Internet, al servizio Wi-fi e a MLOL avvengono immediatamente; qualora sia però pregiudicato o eccessivamente rallentato il normale servizio, l’attivazione dei servizi descritti può essere ritardata, avvisando l’utente, e viene comunque effettuata entro l’ora di chiusura giornaliera della biblioteca.

Servizi per bambini e ragazzi

In considerazione delle particolari esigenze dell’utenza più giovane, la biblioteca organizza servizi ed attività specifiche rivolti ai bambini e ai ragazzi, a partire dalla prima infanzia e per tutto l’arco dell’età dell’obbligo scolare. I servizi, articolati anche in considerazione delle diverse fasce d’età, tendono all’obiettivo prioritario di offrire la massima accessibilità al fine di promuovere la libera creatività, l’autonomia di scelta e lo sviluppo delle capacità espressive, critiche e conoscitive dei bambini e dei ragazzi.

I genitori sono responsabili delle scelte e del corretto uso dei servizi e dei materiali da parte dei loro figli.

È parte sostanziale di questi servizi la disponibilità di una consulenza qualificata per l’orientamento nelle scelte di lettura, consultazione e prestito dei vari tipi di documenti, per l’istruzione all’uso delle diverse fonti, per l’individuazione e il reperimento di informazioni e la loro trasformazione in elementi di conoscenza. Per il raggiungimento di questi obiettivi vengono attuate anche iniziative di promozione dei servizi e dei materiali disponibili e della produzione editoriale e documentaria per ragazzi, rivolte a gruppi di utenza libera o organizzata, e vengono prodotti materiali e documenti specificatamente rivolti a utenti di questa fascia di età.

In questo ambito viene riservata particolare attenzione al mondo della scuola. Sono previsti spazi diversificati a seconda delle fasce di età, laboratorio per le attività di promozione della lettura e visite guidate a, con distribuzione di materiale illustrativo specifico. Ogni anno a fine estate le scuole del territorio di competenza ricevono un pacchetto di proposte laboratoriali elaborate dalla biblioteca per l’anno scolastico successivo, nel quale si specificano le modalità di erogazione e prenotazione dei servizi offerti.

La biblioteca dal 2003 aderisce al progetto Nazionale Nati per Leggere, con la programmazione di numerose diversificate iniziative, in parte promosse in collaborazione con il Servizio Attività culturali della P.A.T. In particolare, i nuovi nati dal 2004 in poi hanno ricevuto il Bonus Biblio Bebè nei tre comuni di competenza, con l’invito a recarsi in biblioteca per ritirare un libro omaggio e per fare la tessera del Servizio bibliotecario.

Si rimanda alla Carta delle collezioni per la descrizione e per la quantificazione del patrimonio delle sezioni ragazzi e bambini delle tre sedi.

Indicatori (anno 2013):

Mezzocorona 

Il 36 % dei prestiti sono effettuati a ragazzi

 

Roveré della Luna  

Il 45% dei prestiti sono effettuati a ragazzi

 

Nave San Rocco 

Il 48% dei prestiti sono effettuati a ragazzi

 

Si segnala che sul totale del patrimonio della biblioteca intercomunale di libri per bambini e ragazzi il 50% circa è posseduto dai punti di lettura.

Documentazione locale

La biblioteca cura in particolar modo la raccolta della documentazione locale storica ed attuale su ogni tipo di supporto, al fine di documentare la storia e la vita culturale sociale ed economica del territorio. La biblioteca ha una buona copertura bibliografica per la sezione relativa al territorio “Piana Rotaliana”.

Promozione, attività culturali, valorizzazione, ricerca, pubblicazioni

La biblioteca è anche un luogo di incontro, di scambio di esperienze e di conoscenze. Essa organizza incontri, dibattiti, presentazioni e altre iniziative volte a promuovere la conoscenza e l’uso dei suoi servizi, la lettura, l’informazione, l’alfabetizzazione, la fruizione dell’espressione culturale con i più vari mezzi, l’acquisizione di competenze nell’uso delle tecnologie dell’informazione, la formazione ricorrente e il confronto fra saperi diversi.

La biblioteca promuove attività di studio e ricerca finalizzate alla valorizzazione e alla conoscenza di raccolte documentarie e di aspetti della storia e della cultura locale; essa, in particolare, cura e coordina la collana di studi “La Vicinia”, che mira alla valorizzazione della storia, della cultura e delle tradizioni del territorio.

Al 2014 sono usciti otto numeri di questa collana. Altre tre pubblicazioni edite dal Comune di Mezzocorona e coordinate dalla biblioteca sono uscite fuori collana dal 2004 al 2014: Trattasi di un libro di cartoline storiche nato da un progetto intercomunale (Saluti dalla Piana Rotaliana di L. Melchiori) di un libro di fiabe (Mezzocorona da fiaba: storia, arte natura della Borgata Rotaliana di 10 racconti per bambini di M. Faes e G. Toninato) e di un fumetto d’arte sulla locale leggenda (Il basilisco di Mezzocorona di A. Girelli).

Al 2014 sono stati realizzati a cura della biblioteca nove calendari di carattere storico, fotografico o artistico offerti gratuitamente alla cittadinanza.

L’attività di promozione dell’arte è peculiare della biblioteca e si manifesta in particolare attraverso la realizzazione di mostre: per le 56 mostre proposte dalla biblioteca nel corso degli ultimi 10 anni presso il Centro di documentazione di Palazzo della Vicinia, sono stati curati depliants informativi e locandine.

I libri pubblicati sono gratuitamente disponibili in biblioteca per i residenti a Mezzocorona (fino ad esaurimento scorte), per alcuni c’è la possibilità di acquisto anche da parte dei non residenti.

Vengono periodicamente prodotte bibliografie di novità librarie, bibliografie destinate a un’utenza specifica o bibliografie tematiche (se ne garantiscono almeno 10 all’anno).

Sono inoltre proposte circa 4 diverse vetrine ogni mese a tema per valorizzare particolari categorie di libri nelle tre sedi.

Per quanto riguarda la promozione delle iniziative proposte risulta molto utilizzata la pagina Facebook “Biblioteca di Mezzocorona” che registra più di 3100 seguaci: di ogni iniziativa viene data con anticipo pubblicità e viene quindi prodotta documentazione fotografica organizzata in appositi “album”. Si garantisce la vitalità della pagina con una media di un post al giorno.

Le iniziative vengono promosse sul sito del Comune di Mezzocorona, dove la biblioteca gestisce le pagine web relative al proprio servizio, la sezione eventi e può intervenire nella sezione news (www.comune.mezzocorona.tn.it).

Il sito offre la possibilità dell’iscrizione alla newsletter: questa in particolare è suggerita dai bibliotecari agli utenti per le liste “Eventi” e “Comunicazioni biblioteca”, in quanto utilizzata per ogni comunicazione relativa a quanto previsto e organizzato.

Le iniziative relative ai punti di lettura di Roverè della Luna e di Nave san Rocco vengono promosse sui siti dei comuni di pertinenza oltre che sulla pagina Facebook della biblioteca.

Iniziative specifiche della biblioteca

Tante e diversificate le tipologie di corsi didattici e formativi e di attività culturali della biblioteca intercomunale, a motivo delle quali, oltre che di altre iniziative di carattere sociale, il Comune di Mezzocorona si fregia del marchio Family in Trentino.

Si elencano le tipologie di iniziative proposte per le quali, a seguito delle valutazioni di qualità e di gradimento fatte negli ultimi cinque anni, si può prevedere di mantenere una continuità:

  1. L’offerta formativa di corsi didattici per adulti o ragazzi delle superiori proposti dalla biblioteca è stata ampia negli ultimi dieci anni (corsi di inglese, di fotografia, di tedesco, di public speaking, di storia dell’arte, di storia della musica, di PNL ecc.) e la loro programmazione avviene ordinariamente ascoltando le richieste dell’utenza. I detti corsi di carattere formativo sono autorizzati con delibera di Giunta comunale se prevedono impegno di spesa, parzialmente coperto dalle quote a carico degli utenti. Esiste un ordine di precedenza per i residenti nel comune proponente e risulta in genere differenziata la quota a carico dei non residenti ammessi (dal 15% al 25 % in più rispetto ai residenti); si prevede solitamente un numero minimo di iscritti per l’avvio del corso che viene svolto fuori dall’orario di apertura della biblioteca da docente esterno e qualificato.
  2. Laboratori didattici: per le scuole del territorio dall’asilo nido alla terza media il personale della biblioteca propone ogni anno dei percorsi didattici diversificati adeguati all’età e alla formazione degli utenti.
  3. “La biblioteca fuori di sé” o “Are ere ire: creare leggere scoprire”: esperienze di lettura, creatività e scoperta fuori dalle porte della biblioteca rivolte ai bimbi dai 2 agli 11 anni: per il momento della lettura a volte la biblioteca con l’aiuto di volontari predispone delle fiabe ad hoc ambientate nel posto scelto e scaricabili dal sito del Comune di Mezzocorona.
  4. Mezzocorona Expo’ continua dal 2001 la felice collaborazione con gli Operatori economici ed artigiani di Mezzocorona per la promozione speciale della biblioteca alla fiera campionaria che garantisce molta visibilità al servizio e alle attività proposte.
  5. Mezzocorona Casa di Babbo Natale e atelier della fantasia: da due anni si è avviata un'altra felice collaborazione con gli Operatori economici ed artigiani di Mezzocorona: si propongono letture e laboratori a tema natalizio nell’Atelier della fantasia appositamente allestito (www.nataleamezzocorona.it).
  6. Numerose e variegate le esperienze miranti all’avvicinamento al libro e alla musica per i piccolissimi (Nati per leggere): recentemente avviati i percorsi “Musica e coccole” e “Musica per l’asilo” portati avanti in collaborazione con la scuola musicale Il Diapason.
  7. I laboratori con gli artisti rivolti ai ragazzi nell’ambito delle estive hanno portato alla realizzazione di alcune opere pubbliche che abbelliscono i parchi e la biblioteca e di numerose opere che i ragazzi hanno prodotto per sé.
  8. Tanti i corsi formativi per ragazzi fra i quali i più richiesti sono risultati inglese e teatro.
  9. La biblioteca dal 2014 sta rivolgendo attenzione alla Casa di riposo e all’Università della Terza età del tempo disponibile proponendo specifici percorsi didattici, a cura dei bibliotecari, visite guidate alle mostre ecc.
  10. Teatro ragazzi è stato proposto occasionalmente per la scuola media mentre teatro per bambini da più di 10 anni è proposto con grande successo in 2-3 appuntamenti annuali per ogni sede.
  11. Negli ultimi 10 anni, la biblioteca ha organizzato con soddisfazione 56 mostre prevalentemente d’arte, ma anche di storia e documentarie, dando spazio ad artisti trentini a cui la sede viene offerta gratuitamente, insieme alla pubblicità. L’occasione della mostra è stata spesso colta dalle classi delle scuole del territorio per una visita guidata.
  12. Visite guidate ai locali edifici di pregio sono state organizzate a richiesta o nell’ambito della manifestazione intercomunale “Palazzi Aperti”.
  13. Varie nel 2014 le presentazioni di libri di autori trentini, varie le serate d’approfondimento su temi culturali, e in particolare sulla storia e sull’arte locale. Disponibilità costante alla valutazione e eventualmente all’accoglienza di proposte.
  14. Per le iniziative editoriali si rimanda al paragrafo precedente.

 

 

 

PARTE QUARTA: GLI IMPEGNI DEGLI UTENTI E QUELLI DELLA BIBLIOTECA

I requisiti del servizio offerto dalla biblioteca e quindi i suoi impegni sono stati descritti diffusamente nei precedenti paragrafi, come pure gli obiettivi che la biblioteca si pone nel prossimo futuro. L’assemblea della Vicinia verrà promossa e convocata entro i primi sei mesi del 2015 e alla prima riunione si presenteranno i risultati statistici e gli obiettivi raggiunti nel 2014, la programmazione per il 2015 e la presente Carta dei servizi, approvata con Delibera di Giunta. Essendo al momento dell’approvazione di questa Carta dei servizi il Comune di Mezzocorona a inizio legislatura e i Comuni di Nave san Rocco e di Roverè della Luna a fine legislatura, nell’estate del 2015, come già fatto 5 anni fa, si programmerà un’indagine presso la propria utenza per acquisirne il giudizio sulla quantità e qualità dei singoli servizi erogati ed in generale sulla qualità del servizio fornito, sondaggio che sarà fondamentale per la programmazione futura.

 

Diritti e doveri

Tutti i soggetti coinvolti nella organizzazione e fruizione del servizio di biblioteca hanno diritti e doveri, in particolare:

L’amministrazione locale deve:

  • finanziare adeguatamente la biblioteca, dotarla di locali, di personale e di risorse secondo le esigenze della comunità da servire;
  • approvare annualmente un set di obiettivi e controllarne il raggiungimento;

Il personale della biblioteca deve:

  • garantire il libero accesso ai documenti, alle informazioni e ai servizi disponibili in biblioteca o accessibili tramite la rete di cooperazione interbibliotecaria o il collegamento remoto con altri servizi;
  • accogliere e assistere l’utente nelle richieste con cortesia, correttezza, disponibilità, imparzialità, riservatezza e senza discriminazione alcuna.

L’utente deve:

-rispettare il Regolamento sull’ordinamento e l’attività della biblioteca pubblica comunale di Mezzocorona (approvato con delibera del Consiglio comunale n. 11 dd. 21.02.1996) e il Regolamento per il Servizio Internet per la biblioteca comunale (approvato con delibera del Consiglio comunale n. 6 dd. 25.02.1999) e in particolare:

  • rispettare i tempi di riconsegna dei documenti in prestito;
  • non sottolineare i libri né annotarli ma conservarli con cura durante il periodo di prestito;
  • rifondere il valore del documento in caso di smarrimento;
  • rispettare gli orari, le norme elementari della corretta convivenza civile, il divieto di fumare;
  • rispettare i documenti e gli arredi senza arrecarvi danno o mettere a rischio la loro integrità e buona conservazione;
  • tenere un comportamento in biblioteca improntato al rispetto per gli altri utenti evitando di creare condizioni di disagio;
  • utilizzare la biblioteca rispettando la destinazione degli spazi e mantenendo il silenzio nelle sale destinate allo studio;
  • essere cortese, corretto, collaborativo con il personale;
  • prendersi cura dei minori che si accompagnano in biblioteca, facendo in modo di limitare il disturbo agli altri;
  • consumare cibi e bevande negli spazi consentiti, fatto salvo il discorso allattamento che per comodità può essere svolto anche su una poltrona con discrezione;
  • non correre né utilizzare pattini, skateboard, monopattini né altri strumenti di locomozione in biblioteca;
  • far accedere animali in biblioteca solo se di piccola taglia: al guinzaglio con museruola oppure in braccio;
  • non utilizzare la biblioteca come una propria residenza, utilizzando i bagni per lavarsi e le poltrone per dormire.

Come si vede i doveri dell’Amministrazione si traducono in diritti della biblioteca, i doveri dei bibliotecari in diritti degli utenti. I doveri di ciascun utente si traducono in diritti della comunità.

Reclami

Gli utenti hanno il diritto di reclamare per l’inosservanza degli impegni assunti dalla biblioteca nella Carta dei Servizi.

Il reclamo deve contenere generalità, indirizzo e reperibilità, può essere presentato verbalmente, per iscritto o spedito per fax o posta elettronica (reclami orali o telefonici dovranno essere confermati per iscritto). Non saranno presi in considerazione reclami anonimi. Al reclamo sarà data motivata risposta nel più breve tempo possibile e comunque non oltre 10 giorni lavorativi. Contemporaneamente saranno avviate le procedure per eliminare la cause accertate degli eventuali disservizi. Gli utenti insoddisfatti hanno diritto di presentare le loro lagnanze agli organi dell’Amministrazione o al Difensore Civico, nelle forme previste dallo Statuto e dai Regolamenti, fatti salvi i mezzi ordinari della giustizia amministrativa.

Rapporto con gli utenti

Il personale può allontanare o sospendere da uno o anche da tutti i servizi chi arrechi disturbo o mantenga comportamenti scorretti verso gli altri utenti, i documenti e gli arredi della biblioteca, il personale stesso.

PARTE QUINTA: VALIDITA’ DELLA CARTA DEI SERVIZI

 

La presente Carta dei servizi entra in vigore con il 1° gennaio 2015: è un documento in progress per sua stessa natura e può essere quindi modificabile qualora risulti necessario. Se ne prevede una durata massima di 5 anni.

Mercoledì, 31 Gennaio 2018